Sport in gravidanza non solo è sicuro ma porta molti benefici per il tuo bambino

da | Lug 21, 2019 | Fitmamas | 0 commenti

É sicuro fare sport in gravidanza? Non farò del male al bambino? Cosa posso fare e cosa meglio evitare? 

Queste sono le classiche domande che le future mamme si pongono di fronte all’attività fisica in gravidanza.

Tutti sappiamo che praticare lo sport è salutare, però per qualche motivo quando si è incinta, si cerca di evitarlo.  Sono gli stessi dottori ed operatori sanitari, che non essendo aggiornati, consigliano di ridurre l’intensità dell’esercizio in quanto c’è il rischio di limitare il flusso sanguineo che arriva al feto. Niente piú antiquato e niente piú errato. Non ci sono le evidenze scientifiche che confermano il presunto danno dell’esercizio per le mamme ed i loro bambini

Una delle più autorevoli comunità scientifiche, l’American College of Obstetricians and Gynecologists, ha abolito questo mito nel 1994 ed recentemente ha emanato una guida pratica fatta di domande ed risposte che spiegano il ruolo dell’esercizio fisico in gravidanza e stabiliscono delle le regole sull’intensità dello stesso. 

La raccomandazione principale è che NON devi assolutamente smettere di fare l’esercizio fisico quando sei in incinta. Ovviamente, prima controlla con il tuo medico per escludere delle complicazioni ma la regolare attività fisica in gravidanza è la migliore cosa che potresti fare per te e il tuo bambino.

Benefici che apporta sporti gravidanza per futura mamma:

  • Riduce il rischio di sviluppo di diabete gestazionale, preeclampsia (troppo alta pressione sanguinea) dal 47 al 76%. Uno studio condotto su 21’000 donne conferma che le future mamme con lo stile di vita sedentario sono 2.3 volte in piú esposte al rischio di sviluppo di diabete gestazionale!p
  • Esercizio fisico rafforza il pavimento pelvico che supporta il parto e riduce il rischio del parto cesareo
  • Previene l’aumento di peso in eccesso e rende più facile la predita del peso acquisito durante la gravidanza
  • A parte degli effetti fisici, l’esercizio influisce sullo stato mentale e grazie alla secrezione delle endorfine riduce lo stress, ansietà e depressione. Ti fa dormire meglio ed allieva il dolore lombare (soprattutto la yoga prenatale)

Ma non è mica finito qui. Adesso arriviamo alla parte centrale dell’importanza dell’attività fisica in gravidanza, cioè il tuo bambino.

Le future mamme hanno paura di fare l’attività fisica in gravidanza perché potrebbe fare il danno al bambino ed aumentare il rischio di aborto spontaneo o delle complicazioni Niente più errato. I studi dimostrano che i benefici dell’attività fisica superano ampiamente i rischi

È vero che durante l’esercizio il flusso sanguino che arriva all’utero si riduce leggermente però l’apporto dell’ossigeno rimane costante, grazie ai cambi metabolici che succedono nel tuo corpo. Tranquilla, il tuo bambino non solo è al sicuro ma gode di molti vantaggi mentre tu ti mantieni attiva in gravidanza, quali?

Benefici dello sport in gravidanza per il tuo bambino:

Questo significa se stai facendo regolare attività fisica in gravidanza, sati crescendo il bambino prodigio?

  • Riduzione del rischio di obesità, del diabete tipo 2 e del sindrome metabolico sia nell’infanzia che nella vita adulta. Grazie alla tua decisione consapevole di mantenerti attiva in gravidanza puoi influenzare la salute cardiovascolare, la composizione corporea (massa grassa, massa magra) e il peso del tuo bambino. Questo ha l’impatto significato sulla sua salute nella vita adulta.

Non sei ancora convinta?

Pensa in questo modo. Quando svolgi l’attività fisica, aumenta il tuo battito cardiaco, il sangue fluisce più velocemente apportando il nuovo sangue di ricambio, l’ossigeno ed i nutrienti al tuo bambino. RICORDA, l’unica via attraverso la quale il bambino riceve i nutrienti ed elimina i scarti è attraverso il TUO flusso sanguineo. Più lo fai circolare,  più nutri il tuo bambino.

Quando invece NON fare l’esercizio in gravidanza? 

Mentre la maggioranza delle donne può ottenere considerevoli benefici dall’esercizio in gravidanza, ci sono alcuni casi in cui bisogna andarci piano. Il tuo dottore può consigliarti di far l’attenzione quando hai dei problemi al cuore , soffri delle malattie polmonari, sei al rischio del parto prematuro o placenta previa (quando la placenta cresce nella parte bassa dell’utero coprendo il collo uterino) Inoltre nel caso di gravidanza gemellare, potresti non essere in grado di svolgere l’attività fisica per non forzare ulteriormente già appesantito il pavimento pelvico che deve sostenere il peso di due bambini.

Riposo totale in gravidanza?

Nonostante siano estremamente limitate le circostanze in cui il riposo totale può avere effetti davvero positivi per la mamma e il bambino, in Italia ci siano ancora troppi casi quando il medico lo prescrive come il mezzo di tutelare la gravidanza. L’ l’American College of Obstetricians and Gynecologists lo sconsiglia fortemente in quanto non solo non ci sono le prove scientifiche sui benefici di questa pratica ma al contrario, aumento i rischi di perdita muscolare ed ossea e formazione di coaguli nel sangue.  Inoltre la sedentarietà assieme con  l’alimentazione scorretta  è responsabile di un eccessivo aumento di peso che può causare problemi sia al feto sia alla mamma.

Se il medico prescrive il riposo totale ovviamente bisogna seguire la sua raccomandazione. Cerca però di discuterne dettagli perché il riposo totale possa avere diversi significati, da poter alzarsi dal letto a fare due passi alcune volte al giorno al fermo totale.

Quanto tempo bisogna dedicare allo sport in gravidanza?

 Il tuo piano di attività fisica in gravidanza varierà sulla base delle tue capacità, preferenze ed il livello di allenamento pre-gravidanza.

In linea generale, il tuo obbiettivo dovrebbero essere 30 minuti al giorno (o minimo 150 min alla settimana) tra l’esercizio di forza/resistenza ed aerobico. 

Se non hai mai svolto nessuna attività fisica, sei in sovrappeso, la gravidanza non è il momento adatto per dedicarsi all’attività fisica, giusto? NINETE PIÚ SBAGLIATO. L’idea che le donne che conducono lo stile di vita sedentario, dovrebbero continuare di farlo anche in gravidanza , è errato.

Le principianti devono cominciare piano, ma pur sempre cominciare. Bastano 10 minuti di passeggiata dopo il pranzo. Quando questo risulti facile, puoi gradualmente aumentare il tempo fino a raggiungere 30 minuti (o di più se ti senti bene).

Alcune donne preferiscono esercitarsi tutti i giorni in quanto le brevi passeggiate distribuite durante intero l’arco della giornata risultano più realistici rispetto all’allentamento di 30 minuti.

Altre invece preferiscono l’allenamento di 3-4 volte alla settimana. Dipende da te, da come ti senti e come reagisce il tuo corpo. Scegli l’attività fisica che ti piace, lo fai per la tua salute e benessere, non deve essere una punizione.

Quali sono le precauzioni da adottare quando fai lo sport in gravidanza?

Quando il tuo medico ti ha dato la via libera agli esercizi, prima di cominciare dovresti far attenzione ad alcuni cambiamenti che subisce il tuo corpo con l’avanzare della gravidanza

1ºIl volume sanguineo durate tutta la gravidanza aumenta del 50% per soddisfare maggiori necessità del feto e anche della madre. Aumenta anche la frequenza cardiaca e respiratoria il che potrebbe a volte farti mancare del fiato. Nel terzo trimestre questa sensazione si intensifica perché il tuo bambino diventa più grande e spinge sul diaframma limitando la tua capacità di respirazione e prendere i respiri profondi. Potresti anche percepire giramenti di testa. Tutto collegato al fatto che devi fornire l’ossigeno non solo a te stessa ma anche al tuo bambino, attraverso placenta. In altre parole ”respiri per due”.

La prima regola è quella di ascoltare il tuo corpo, non esagerare e non sottoporti allo stress. Esiste un metodo molto intuitivo che ti pemette di misurare lo sforzo del tuo corpo mentre stai facendo l’attività fisica il “talk test”.

Cioè, se non riesci a parlare, a pronunciare una frase mentre fai esercizio (ovvero non riesci a riprendere fiato), ti stai esercitando troppo. Rallenta e riprendi il respiro. Va tutto bene se i battiti del cuore o respirazione aumentano durante l’esercizio ma non fino al punto che non ricevi abbastanza ossigeno o ti senti per svenire.

Insomma dovresti essere in grado di parlare ma non cantare. Il tuo sforzo è sotto controllo se noti che il cuore batte più forte ma sei sempre in grado di sostenere la conversazione.

2ºFrequenza cardiaca.Molte donne vogliono avere sotto controllo la frequenza cardiaca durante l’esercizio avendo paura che se si esercitano troppo, il flusso sanguineo non riesce ad arrivare alla placenta il che farà cambiare la frequenza cardiaca del feto. Non ci sono le ricerche che lo confermano.

Anzi, potresti rimanere sorpresa sapendo che la frequenza cardiaca non è correlata con lo sforzo durante la gravidanza e non c’è l’indicatore quale la frequenza cardiaca sia Ideale (o troppo alta) in gravidanza.

Detto questo una moderata attività aerobica in gravidanza fa solo del bene alla mamma e al bambino senza correre nessun dei rischio (ovviamente quando sei è in salute e la tua gravidanza procede normalmente)

3ºAttenzione allo stretching.Durante la gravidanza il corpo rilascia un ormone chiamato relaxina che aiuta a rilassare le articolazioni.

Senza relaxina il pavimento pelvico non sarebbe in grado di espandersi e permetterti il parto vaginale.

L’unico  inconveniente è che relaxina fasi che le giunture diventano più “soffici” e i legamenti si allungano. Quindi meglio evitare i movimenti bruschi, salti, giri. Gli allungamenti eccessivi possono provocare il dolore ai fianchi e parte lombare. Non eccedere i tuoi limiti.

Ricorda anche che man mano che la pancia cresce, specialmente durante il secondo e il terzo trimestre, il centro di gravità cambia che aumenta il rischio di cadute per perdita d’equilibrio.

Mantenere forte la muscolatura interna ( cosidetto il core ) e sviluppare muscoli stabilizzanti diventa essenziale per prevenire dolori comunemente avvertiti durante la gravidanza. Il core forte allevia il dolore lombare.

Fai l’attenzione quindi di mantenere la postura corretta pensando di portare il bambino vicino al tuo corpo per evitare che la parte bassa della schiena si inarca troppo

In questo video Il Dott. Daniel Di Segni , fisioterapista, spiega come cambia la postura in gravidanza e quali sono le posizioni più corrette da assumere

Prendendo in considerazione le precauzioni di cui sopra passiamo alla parte pratica.

Quali sono sport sconsigliati in gravidanza

Abbiamo detto che nelle gravidanza sane, lo sport apporta numerosi benefici. Però ce una serie di attività che  vanno evitate (niente piú rugby per intenderci ;)che comportano un aumento del rischio di lesioni e traumatismi come le seguenti:

  • Sport di contatto e sport che aumentano il rischio di essere colpiti nell’addome, inclusi hockey su ghiaccio, calcio, pallacanestro, arti marziali
  • Attività che possono comportare una caduta, come lo sci, lo sci d’acqua, il surf, il ciclismo fuoristrada, l’equitazione
  • “Hot yoga” o “Hot Pilates”, che potrebbero causare il surriscaldamento
  • Subacquea ed immersioni sotto 3m di profondità
  • Alpinismo (richiede grande fatica e può essere pericoloso a causa dell’altitudine)

Quali invece sono i sport consigliati in gravidanza 

1.    Esercizi aerobici con il peso naturale del proprio corpo

Camminare:  è una delle migliori forme di esercizio aerobico  per le donne incinta con il peso naturale del tuo, perché è sicuro ed efficace per tutti livelli ed adatto per tutti trimetri della gravidanza.  Se sei agli inizi, prova a camminare per 10-15 minuti e man mano aumenta il tempo e il ritmo.

 Jogging, aerobica, step, bicicletta : Se correvi regolarmente prima della gravidanza , puoi continuare a farlo a patto che ascolti il tuo corpo. Mentre alcune donne sono in grado di continuare a correre per tutta la loro gravidanza, le altre non possono a falro a causa di dolore o disagio che percepiscono. In questo caso opta per le attività a più basso impatto come danza, cardio moderato, cyclette o bicicletta che non stressano eccessivamente le giunture e le ginocchia e riducono la pressione sul pavimento pelvico. 

L’esercizio durante la gravidanza dovrebbe SEMPRE farti sentire meglio, non peggio. Non dovresti mai sentire il dolore o disagio. Se qualcosa ti fa male o non sembra giusto, questo è il modo che il tuo corpo ti comunica che devi smettere. Non ignorare quei segnali. Se prima della gravidanza facevi esercizi di maggiore intensità come la corsa, ora potresti considerare salire le scale come valida alternativa. Camminando su e giù per le scale può darti un grande allenamento cardio pur mantenendo te e il bambino al sicuro

2.    Esercizi aerobici senza il peso del proprio corpo 

Il nuoto è un’ottima alternativa all’esercizio aerobico. Indipendentemente dalla grandezza del tuo pancione, nell’acqua ti senti senza peso e queste fasi che il nuoto e gli esercizi acquatici (come l’acqua gym) aiutano a rilassare i muscoli, riducono il dolore lombare e pressione sulle articolazioni. Anche il sistema cardiovascolare ne beneficia.

 L’acqua esercita la pressione su tutto quello che ci viene immerso. Quando stai ferma nell’acqua, la pressione idrostatica spinge maggiormente sui tuoi piedi e caviglie che obbliga il sangue di fluire verso il cuore. Questo si chiama il “ritorno venoso” e migliorandolo aiuta a ridurre il gonfiore ed aumenta il fluido amniotico (invece dopo il jogging o la corsa, la gravità fa spingere giù il sangue ai piedi facendoti sentire i vertigini).

 La pressione idrostatica supporta anche il pavimento pelvico ed addominali. Nuotare ha un effetto tonicizzante e rilassante e permette alla mamma di entrare in contatto con il bambino che culla nella pancia.

TIP: se ti preoccupa grande quantità del cloro nelle acque delle piscine, che è tossico,  prima di immergerti, spalma sulla pelle dell’olio di cocco con vitamina C in polvere (acido ascorbico) Questo rimedio riduce considerevolmente l’esposizione al cloro

3.    Esercizi di resistenza

L’esercizio di resistenza non riguarda solo il sollevamento di pesi pesanti per avere dei muscoli come i body builders. L’allenamento di forza fa bene a tutti, anche alle donne incinta. Basta utilizzare manubri appropriati per il tuo livello di forma fisica, bande elastiche o il tuo peso corporeo.

Dato che l’esercizi di resistenza possono creare un po’ di confusione per molte donne in gravidanza, vorrei condividere con te il video dei 5 ottimi e facili esercizi di forza da incorporare nella tua routine di esercizi prenatali di Jennifer Johnson, un’esperta di fitness prenatale e neomamma

 

Ecco le sequenze: 

SQUAT

A seconda del tuo livello di forza / forma fisica, puoi fare questo esercizio usando solo il tuo peso corporeo o un paio di manubri. Se hai bisogno di ulteriore supporto, puoi appoggiarti su un divano o sulla maniglia della porta o chieder l’aiuto del tuo compagno.  2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Sollevamenti I-Y-T

Questi movimenti rafforzano i muscoli superiori della schiena A seconda del tuo livello di forma fisica, puoi fare questo esercizio con o senza manubri. Se non usi manubri,  fai l’attenzione di non muovere troppo rapidamente le braccia durante l’esercizio e concentrarti sul contrarre i muscoli della parte superiore della schiena mentre alzi le braccia. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Remo in 3 modi

I remi è un altro esercizio fantastico per rafforzare i muscoli della schiena. Per renderlo piú attivo, cambia posizione delle mani. Può essere fatto senza resistenza esterna, con manubri o le bande elastiche. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni. Affondo funzionale Questa variazione di affondo rafforza la parte inferiore del corpo e fornisce anche un allenamento per affrontare le situazioni reali nella vita quando devi alzare il bambino dal pavimento o raccogliere i giocatoli o la spesa. La chiave di questo esercizio è di muoversi lentamente tenere la schiena dritta, questo permette di aumentare la resistenza. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

La posizione del cane (bird dog)

Questo esercizio aiuta a rafforzare e stabilizzare la muscolatura interna (core) importante durante la gravidanza per molte ragioni, tra cui prevenire e alleviare il mal di schiena. Molte donne soffrono mal di schiena durante la gravidanza, quindi questo esercizio è sicuramente quello da includere nella tua routine. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Un altro esempio di movimenti di resistenza da inserire nell’allenamento durante la gravidanza è pilates perinatale adattato alla gravidanza. Pilates si concentra sulla postura, sulla stabilità, rafforzamento della muscolatura profonda, equilibrio, respiro e consapevolezza del corpo. Aiuta a rinforzare il pavimento pelvico utile nella vista del parto e della ripresa post parto. Ti consiglio di scegliere corsi svolti dal personale specializzato nell’insegnamento a donne nel periodo della gravidanza.

4. Esercizi di rilassamento, respirazione e stretching

Sono un ottimo complemento al tuo programma di esercizi, ma non dovrebbero essere l’unico tipo di esercizio che fai. Le tecniche di rilassamento e respirazione sono molto utili durante il travaglio e il parto tra cui lo yoga prenatale. Siccome lo yoga insegna concentrare l’attenzione sul respiro, può essere molto d’aiuto alle donne che fanno fatica a riprendere il fiato causato dall’utero che spinge contro il diaframma durante 2º e 3º trimestre. La pratica regolare di yoga prenatale può ridurre il dolore e facilitare il parto. Inoltre aumenta la fluidità dei movimenti e l’allungamento dei muscoli, permette il rilassamento ed apportando la tranquillità mentale

Ecco le sequenze: 

SQUAT

A seconda del tuo livello di forza / forma fisica, puoi fare questo esercizio usando solo il tuo peso corporeo o un paio di manubri. Se hai bisogno di ulteriore supporto, puoi appoggiarti su un divano o sulla maniglia della porta o chieder l’aiuto del tuo compagno.  2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Sollevamenti I-Y-T

Questi movimenti rafforzano i muscoli superiori della schiena A seconda del tuo livello di forma fisica, puoi fare questo esercizio con o senza manubri. Se non usi manubri,  fai l’attenzione di non muovere troppo rapidamente le braccia durante l’esercizio e concentrarti sul contrarre i muscoli della parte superiore della schiena mentre alzi le braccia. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Remo in 3 modi

I remi è un altro esercizio fantastico per rafforzare i muscoli della schiena. Per renderlo piú attivo, cambia posizione delle mani. Può essere fatto senza resistenza esterna, con manubri o le bande elastiche. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni. Affondo funzionale Questa variazione di affondo rafforza la parte inferiore del corpo e fornisce anche un allenamento per affrontare le situazioni reali nella vita quando devi alzare il bambino dal pavimento o raccogliere i giocatoli o la spesa. La chiave di questo esercizio è di muoversi lentamente tenere la schiena dritta, questo permette di aumentare la resistenza. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

La posizione del cane (bird dog)

Questo esercizio aiuta a rafforzare e stabilizzare la muscolatura interna (core) importante durante la gravidanza per molte ragioni, tra cui prevenire e alleviare il mal di schiena. Molte donne soffrono mal di schiena durante la gravidanza, quindi questo esercizio è sicuramente quello da includere nella tua routine. 2-3 serie di 12-15 ripetizioni.

Un altro esempio di movimenti di resistenza da inserire nell’allenamento durante la gravidanza è pilates perinatale adattato alla gravidanza. Pilates si concentra sulla postura, sulla stabilità, rafforzamento della muscolatura profonda, equilibrio, respiro e consapevolezza del corpo. Aiuta a rinforzare il pavimento pelvico utile nella vista del parto e della ripresa post parto. Ti consiglio di scegliere corsi svolti dal personale specializzato nell’insegnamento a donne nel periodo della gravidanza.

4. Esercizi di rilassamento, respirazione e stretching

Sono un ottimo complemento al tuo programma di esercizi, ma non dovrebbero essere l’unico tipo di esercizio che fai. Le tecniche di rilassamento e respirazione sono molto utili durante il travaglio e il parto tra cui lo yoga prenatale. Siccome lo yoga insegna concentrare l’attenzione sul respiro, può essere molto d’aiuto alle donne che fanno fatica a riprendere il fiato causato dall’utero che spinge contro il diaframma durante 2º e 3º trimestre. La pratica regolare di yoga prenatale può ridurre il dolore e facilitare il parto. Inoltre aumenta la fluidità dei movimenti e l’allungamento dei muscoli, permette il rilassamento ed apportando la tranquillità mentale

Aggiustamenti secondo il trimestre della gravidanza

Primo trimestre:

In linea generale non devi fare grandi cambiamenti alla tua rutina di allenamento nel primo trimestre a patto di evitare sport di contato e rischio di urti all’addome.

Fai l’attenzione di non surriscaldarti durante gli esercizi e scegliere spazi arieggiati e non eccessivamente caldi.

Se hai praticato “hot yoga” prima della gravidanza, è ora di fare il cambio allo yoga prenatale. Essendo esposti al troppo calore durante prime settimane di gravidanza può aumentare il rischio di certi malformazioni e e difetti del tubo neurale.

Se soffri di fatica e nausea nel primo trimestre, non preoccuparti e lascia l’attività fisica per i successivi trimestri. Portesi eventulamente includere  5-15 minuti di camminata al giorno. Gli esercizi di forza con i pesi minimi o con le bande elastiche possano favorire l’aumento di energie il cuo calo si percepice molto nel 1º trimestre. Potresti provare le brevi serie di Pilates  da praticare anche a letto la mattina appena svegli

Secondo trimestre:

Gli esercizi che obbligano rimanere distese sulla schiena possano diventare problematici in questo trimestre ma tutto dipende da quanto peso hai accumulato e dove si è posizionato il bambino.

Questo perché il bambino potrebbe pressione la vena cava che trasporta il sangue dalle parti inferiori al cuore ostacolando il tuo rifornimento nel sangue ed ossigeno. Questo potrebbe creare giramenti della testa ed vertigini. Non è problematico a lungo andare. Semplicemente evita di essere sdraiata sulla schiena per i periodi prolungati da ora in poi.

Lo stesso effetto potrebbero causare alcuni gli esercizi di Yoga e Pilates in cui il tuo bacino va al di sora della posizione del cuore. (“ponto”). Anche qui tutto dipende dove si è posizionato il bambino e dal tuo peso. Accolta il tuo corpo e fai gli aggiustamenti.  Potresti eventualmente cercare di supportare la schiena con dei cuscini o salvietta arrotolata

Terzo trimestre:

L’ultimo trimestre è il periodo in cui prendi piú peso, il bimbo è già formato ed ora cresce fino al momento del parto.  Le giunture diventano più “soffici” e i legamenti si allungano quindi fai l’attenzione allo stretching eccessivo. Partecipando nelle lezioni di Pilates che supportano la stabilità e utilizzo dalle bande elastiche ti può aiutare. Anche il dolore nella parte lumbare ora è piú intenso. Il nuoto può darti il giusto sollievo.

Ricordati di controllare piú spesso la tua postura, aprendo il petto e raddrizzando la schiena.

In questa fase il bambino spinge di più sui polmoni, facendoti mancare il fiato. Aggiusta quindi l’intensità dell’esercizio assicurandoti di poter sempre parlare mentre ti eserciti (ricordati il “talk test”).

In questo trimestre è piú facile che senti piú calore. Ricordati di rallentare ed assumere sufficiente quantità di liquidi Evita l’esercizio all’aperto durante l’estate e nel clima di alta umidità.

Nel terzo trimestre è molto  comune sperimentare le contrazioni di Braxon Hicks, non aspettati e generalmente senza dolore. La pancia diventa dura l’utero si contrae per 30-60 secondi e poi tutto torna alla normalità.   Alcuni medici sostengono che queste contrazioni tonificano e preparato l’utero per il parto.

Nel caso sperimenti questo tipo di contrazioni durante l’esercizio e la tua data del parto e ancora lontana, probabilmente sono le contrazioni di Braxon Hicks. Quindi fermati a fai passar le contrazioni prima di ricominciare l’attività fisica. Se invece le contrazioni continuano e diventano dolorose, chiama il tuo dottore.

Le contrazioni di Braxon Hicks sono più comuni se il copro diventa deidratato. Quindi ancora di nuovo, ricordati di bere e riequilibrare gli elettroliti. 

Conclusione:

Lo sport in gravidanza è sicuro, effettivo e apporta molti benefici ma devi solo ascoltare il tuo corpo e fare degli aggiustamenti secondo del trimestre di gravidanza.

Nelle prime settimane, la nausea e fatica rendono difficili di dare il meglio di te. Nei trimestri che seguono, a volte dovrai mostrarti molto creativa nel trovare la posizione che è comoda per te mentre il tuo pancione spinge e le giunture diventato piú molli. Come vedi, ci si sarà sempre la scusa di non esercitarti ma ricordati che non devi dimostrare niente a nessuno. Si tratta di far fluire il sangue, uscire fuori, sentirsi forti e connessi con il proprio corpo e il bambino che cresce in te

Hai praticato sport durante la gravidanza? Hai intenzione di farlo?Fammi sapere nei comemnti sotto