Candida in gravidanza. Come combatterla con i metodi naturali

da | Ott 26, 2019 | Gravidanza felice | 0 commenti

 Ho deciso di fare il post sulla candida in gravidanza di seguito alla richiesta che ho ricevuto da una mamma in dolce attesa che mi ha chiesto un consiglio su quali alimenti includere nella propria dieta per combattere la candida (perché quello che le hanno consigliato erano solo alimenti da escludere).

Le donne in gravidanza sono particolarmente suscettibili alla candida. Sfortunatamente alti livelli di estrogeni rendendo le infezioni vaginali da lieviti molto comuni in gravidanza. La buona notizia è che anche se i sintomi sono abbastanza fastidiosi, le infezioni da lieviti non influiscono sulla gravidanza o sulla salute del bambino però vanno trattate e adesso vi spiego perché, e anche come prevenirle e come curarle in gravidanza

Cosa causa la candida vaginale?

Hai indovinato: i lieviti! Ma sapevi che lo stesso tipo di lievito fungino che cresce all’aperto su alberi e piante è in realtà molto simile al tipo che può svilupparsi all’interno del corpo e portare ad un’infezione?

Che cos’è l’infezione vaginale da candida?

Le infezioni da lieviti sono causate da una crescita eccessiva di un fungo vaginale chiamato Candida albicans. Quando viene alterato l’equilibrio di batteri e lieviti nella vagina – di solito quando i livelli di estrogeni aumentano, il PH della vagina si abbassa creando l’ambiente perfetto per lo sviluppo della candida. L’eccesso di umidità può anche portare a disequilibrio rendendo le parti vaginali un ambiente più accogliente per la crescita di lieviti

Tutti i ceppi di lievito sono un tipo di fungo, che tecnicamente non sono le piante perché non usano la clorofilla (un tipo di energia che le piante usano dal sole per crescere). Lievito e funghi possono effettivamente produrre il proprio cibo, che è esattamente il modo in cui si moltiplicano e si diffondono all’interno del corpo.

Le infezioni del lievito vaginale (noto anche come candidosi vaginale, candidosi vulvovaginale o vulvovaginite candidosa) sono causate dal fungo candido. Sono un tipo di vaginite, che significa infiammazione o infezione della vagina. Le infezioni vaginali del lievito che continuano a tornare (le infezioni croniche) sono conosciute come candidosi vulvovaginale ricorrente

Sintomi di infezione vaginale da candida:

  • prurito vaginale (a volte molto scomodo)
  • secrezione vaginale bianca, densa, grumosa e inodore (alcune persone lo descrivono come un cottage o una ricotta)
  • pelle irritata attorno all’apertura della vagina (vulva e labbra), arrossamento e gonfiore
  • lieve sanguinamento
  • dolore vaginale
  • dolore quando si va in bagno o durante la minzione
  • leggero odore

Complicazioni causate da candida in gravidanza

Le infezioni da candida non sono pericolose. Ma se esiste un’infezione da lievito durante il travaglio, è possibile passarlo al bambino durante il parto. Candida albicans sia attacca ai neonati durante il parto e in alcune situazioni, quando il sistema immunitario del bambino è troppo debole,  il fungo può  causare mughetto (uno squilibrio del lievito tipicamente in bocca).

In questo caso, il neonato potrebbe sviluppare chiazze bianche in bocca, che possono passare a te durante l’allattamento. Fortunatamente, il mughetto viene facilmente trattato con un lieve farmaco antifungino per bambini e una crema antifungina per la mamma.

Come trattare le infezioni da candida in gravidanza?

Durante la gravidanza, i ginecologi raccomandano creme e supposte vaginali di durata di circa 7 giorni. Il farmaco orale, Diflucan (un farmaco monodose) uno dei più comuni farmaci antifungini per via orale non si è dimostrato sicuro in gravidanza ed allattamento.

La regola da seguire è quella di non acquistare mai da sole i prodotti da banco e rivolgersi sempre al ginecologo  che sarà l’unico in grado di adattare i dosaggi alle necessità della donna incinta. Un altro aspetto da considerare nelle medicazioni fai da te è che anche se in precedenza hai avuto infezioni da candita e credi di essere in grado di fare la autodiagnosi, è sempre consigliabile di consultare il medico prima di utilizzare un farmaco da banco.

Perché? Alcune donne che pensano di avere un’infezione da lievito in realtà hanno un’infezione batterica come la vaginosi batterica o la tricomoniasi, e un farmaco per l’infezione del lievito prolungherà solo il problema.

Come prevenire la candida in gravidanza (e in generale)?

Entriamo nella parte pratica che attraverso le buone abitudini igienici e dei rimedi naturali ci permetterà di prevenire, guarire od alleviare i sintomi dalla candida.

  • Indossa la biancheria in cotone che permette alla pelle di respirare ad esempio, opta per mutandine a copertura totale rispetto a perizoma
  • Dormi senza mutande o pantaloni del pigiama di notte per consentire alla zona genitale di respirare
  • Opta per la docce invece che i bagni in vasca. L’acqua deve essere tiepida e il detergente intimo delicato (proprio per non alterarne ulteriormente l’equilibrio) asciugandoti sempre per bene ed avendo cura di cambiare spesso l’asciugamano (ricorda che alla candida piace l’umidità)
  • Evita le lavande vaginali, deodoranti e spray vaginali che potrebbero irritare ulteriormente la zona
  • Pratica un’igiene meticolosa, soprattutto dopo essere andata in bagno (pulisciti sempre da davanti a dietro)
  • Non sederti in giro con un costume da bagno bagnato

a livello alimentare cosa si può fare?

Una dieta che rafforza il sistema immunitario può aiutare il corpo a mantenersi in perfetta forma, riducendo notevolmente il rischio di infezione poiché un aumento dei globuli bianchi protettori è in grado di affrontare il problema prima che peggiori. Questo è il motivo per cui un sistema immunitario indebolito durante la gravidanza è uno dei fattori di rischio significativi per le infezioni da candida

Sostieni il tuo sistema immunitario seguendo una dieta ricca di nutrienti, in particolare, quella ricca di:

  • verdure, soprattutto abbondanti in vit C ( vderdure crucifere, cavoli, peperoni, spinaci) x rafforzare le difese immunitarie
  • grassi sani, incluso olio di cocco extravergine, un potente antimicrobico. Puoi aggiungerlo nelle insalate, nei fiocchi d’avena, negli smoothies o usarlo per cucinare
  • gli alimenti probiotici (che contengono batteri come il lattobacillo o il acidophilus) e fermentati sono utili per combattere le infezioni di tutti i tipi e hanno dimostrato di essere utili per le infezioni da candida, tra cui:

a) kefir, simile allo yogurt, ma è fermentato con lievito e batteri, è più alto nei probiotici e più basso nel lattosio, rendendolo una scelta adatta per molti che sono intolleranti al lattosio

b) yogurt bianco, yogurt greco o Skyr (scegli sempre ecologico)

c) krauti realizzati con cavoli fermentati ricchi in probiotici ed acidi organici (ciò che conferisce al cibo il suo sapore aspro) che supportano la crescita di batteri buoni. I crauti sono ricchi di vitamina C e di enzimi digestivi. È anche una buona fonte di batteri naturali dell’acido lattico, come il lattobacillo.

d) cetriolini sottoaceto – queste prelibatezze fermentate sono anche una fonte poco conosciuta di probiotici. Quando acquisti sottaceti, assicurati di sceglierli dai produttori locali piccoli che utilizzano le materie prime di qualità

e) sidro di mele ecologico – è un’altra ottima fonte di probiotici. Inoltre a controllare la pressione sanguigna, riduce i livelli di colesterolo, migliora la sensibilità all’insulina e migliora la digestione. Bevi un cucchiaino diluito in un bicchiere d’acqua prima di pasti due volte al giorno o usalo come il condimento per le insalate

f) miso è un condimento d’origine giapponese ottenuto dalla fermentazione dei fagioli di soia, sale marino e cereali, in particolare riso o orzo, e koji-un fungo. Apporta numerosi probiotici ed enzimi che facilitano il processo digestivo, fonte di molti minerali e vitamine. Si può preparare la famosa zuppa di miso sciogliendolo nell’acqua calda (ma senza portarlo a bollore) oppure aggiungerlo nelle zuppe e minestre (al posto del sale) a fine cottura. Può essere spalmato sui cracker o aggiunto alle verdure bollite per insaporirle.

g) tempeh è una sorta di tofu originario di Indonesia, però preparato dai fagioli di soia fermentati. Si può mangiarlo crudo o bollito (ad esempio in miso) Può anche essere usato come sostituto della carne, in quanto ricco di proteine ad alto valore biologico,  grigliato, marinato o saltato

I probiotici (per via orale e quelli contenuti negli alimenti fermentati) contengono un tipo buono di batteri che vivono all’interno del corpo e sulla pelle e in pratica competono con il lievito di candida per le fonti disponibili di “carburante”. Fortunatamente, i batteri buoni sono generalmente più forti delle cellule di lievito e quindi possono facilmente tagliare le fonti di alimentazione dei lieviti o funghi.

Per quanto riguarda gli alimenti da evitare vanno eliminati i zuccheri semplici (sono ciò di cui si nutre il fungo). Nelle gestanti si sviluppa una maggiore resistenza all’insulina per cui i livelli di zuccheri in circolazione aumentano ulteriormente.

Quali alimenti eliminare:

  • la maggior parte dei cereali (in particolare quelli raffinati come cracker, grissini, pancarrè, pane e pasta bianchi, riso brillato)
  • i prodotti lattiero-caseari (latte, formaggi freschi)
  • in alcuni casi anche frutta zuccherina (uva, cachi, banane, frutta secca).

Guarda caso, sono tutti gli alimenti da limitare per garantire la gravidanza sana ed equilibrata 😉

Alcuni rimedi naturali per combattere la candida in gravidanza:

  • supplementi di probiotici per via orale sempre su consiglio del proprio medico per essere sicura di individuare il giusto ceppo per ristabilire l’equilibrio della flora batterica intestinale e vaginale.
  • acido borico: un’alternativa sicura e poco costosa ad alcuni farmaci per il trattamento della candida ricorrenti. È un antisettico e disinfettante naturale somministrato nella forma di ovuli per il trattamento della candida. Anche qui, prima di somministrarlo, chiedi il parere del medico.
  • antiossidanti: la vitamina C aiuta a rafforzare il sistema immunitario

Olii essenziali: il tea tree oil ed l’olio di lavanda sono delicati ma efficaci nel trattare le infezioni da lieviti, parassiti e funghi. Usa diverse gocce mescolate con olio di cocco per via topica appena fuori dalla zona vaginale

Hai sofferto di infezioni da candida in gravidanza? Sei riuscita a combatterla in maniera efficace? Quali consigli hai ricevuto? Se ti va di condividere la tua esperienza o hai un metodo infallibile per trattare la candida, lascia il commento sotto, grazie!